R.T.I. ICA-CRESET

COMUNE DI TERMOLI


CHIUSURA SPORTELLO IL 04/08/2022

IN OCCASIONE DELLA FESTIVITA' PATRONALE DI SAN BASSO LO SPORTELLO DI TERMOLI RIMARRA' CHIUSO.

DAL 05/08/2022 SARANNO OSSERVATI I NORMALI ORARI DI APERTURA.


(TARI) 2022 - (in consegna dai primi di giugno)

E' SEMPRE POSSIBILE RICHIEDERE LA RISTAMPA DELL'AVVISO VIA MAIL A termoli@icacresetmolise.net

ovvero tramite il seguente MODULO ONLINE

INFORMATIVA TARI 2022


RISCOSSIONE IN ACCONTO E SALDO

La riscossione in acconto e saldo, già avviata nel ruolo precedente, non deriva da una scelta dell’Ente né determina modifiche alla tariffa ordinaria determinata annualmente con l’approvazione del Piano Finanziario. Si tratta di una disposizione normativa nazionale (D.L.201/2011) che a seguito di una recente modifica impone ai Comuni di utilizzare le tariffe dell’anno precedente (o una loro percentuale) per le rate scadenti prima del primo dicembre.

Nel mese di novembre verrà spedito un secondo avviso “a saldo”, con scadenza dicembre, che conterrà la piccola differenza tra quanto già richiesto in acconto e la tariffa effettivamente determinata per l’anno 2022 dal Comune.

VARIAZIONI IN CORSO D’ANNO

Le variazioni intervenute a ridosso dell’emissione degli avvisi, o anche successivamente, fanno parte della normale modalità di gestione della Tassa Rifiuti. All’interno dell’avviso di pagamento è contenuto un modulo che può essere compilato ed inoltrato al Concessionario, che è a vostra disposizione per effettuare le variazioni necessarie. In tal caso le scadenze di pagamento verranno adeguate alle operazioni da compiersi.

SCADENZE E OPERAZIONI DI RECAPITO

Il Comune di Termoli e il Concessionario si adoperano costantemente affinché gli avvisi siano correttamente recapitati utilizzando anche, laddove disponibili, gli ulteriori canali Pec ed Email per informare la cittadinanza dell’emissione e consegnare gli avvisi di pagamento. È tuttavia possibile che in alcune zone il recapito subisca dei ritardi. L’eventualità è già contemplata negli avvisi, l’Utente ha sempre a disposizione almeno 20 giorni per il pagamento della rata in scadenza.

Scopo di questa comunicazione è anche di segnalare che qualora l’avviso ad oggi non sia stato ancora ricevuto è opportuno prendere contatto con il R.T.I. Ica-Creset sia per la verifica del recapito che per la ristampa al fine di ottenere il modulo di pagamento ed evitare che si cumuli con il saldo che arriverà a dicembre.

INDICAZIONE DEGLI ARRETRATI NELL’AVVISO

Si coglie l’occasione per segnalare che dal 2020 l’avviso di pagamento contiene altresì l’indicazione degli arretrati relativi agli ultimi anni. Tale implementazione è finalizzata a permettere la regolarizzazione bonaria e senza accessori di eventuali dimenticanze o a far emergere problemi di quietanzamento che possono essere facilmente risolti evitando errori e fastidi successivi.

Poiché l’implementazione informatica non prevede un importo minimo possiamo rassicurare che qualora sia indicato un arretrato di importo inferiore a 15 euro questo può essere trascurato senza necessità di ulteriori comunicazioni in quanto il Regolamento Comunale definisce tali somme di modesto ammontare.

Qualora invece sia presente un debito pregresso effettivo invitiamo a prendere contatto con il Concessionario per evitare l’aumento degli importi e l’irrogazione delle sanzioni previste per legge.



01/09/2021: RIPRESA DELLA RISCOSSIONE

Dal 01/09/2021 è terminata la sospensione dei versamenti e dei termini di notifica per gli atti esecutivi relativi ai tributi locali, si segnala che a norma dell'art.12 L.159/2015 il periodo di sospensione corrisponde ad un uguale periodo di interruzione dei termini di prescrizione e decadenza e pertanto nei prossimi mesi si procederà:

  1. ALLA RIPRESA DELLA RISCOSSIONE PER I DOCUMENTI GIA' NOTIFICATI

  2. ALLA RIATTIVAZIONE DELLE PROCEDURE DI RECUPERO COATTIVO SOSPESE NEL 2020 (pignoramento di stipendio/pensione, fermo amministrativo di veicoli, pignoramenti conti correnti, ecc.)

  3. ALLA NOTIFICA DEGLI ATTI SOSPESI, con particolare riferimento agli accertamenti rimasti insoluti emessi fino all'anno 2019

  4. ALLA RIPRESA DEI TERMINI PER L'ESECUTIVITA' DEGLI ACCERTAMENTI ESECUTIVI EMESSI DAL 2020 ai quali, si rammenta, non seguirà l'emissione di una successiva ingiunzione come per il passato ma la diretta attivazione delle procedure esecutive.

Ricordiamo che, prima dell'attivazione delle procedure coattive, i nostri uffici sono a vostra disposizione per la verifica del debito e per concordare eventuali rateazioni da concedersi nel rispetto dei regolamenti comunali.